Iscrizione ai percorsi del secondo ciclo


Le modalità per iscrivere gli studenti ai percorsi di secondo ciclo sono definite annualmente con circolare del Ministero dell'Istruzione.

Di seguito, si forniscono le informazioni riguardanti gli aspetti ormai consolidati, rinviando, per un maggior dettaglio, direttamente alla circolare ministeriale n. 22994 del 13/11/2019.

Iscrizioni on-line

Le domande di iscrizione degli alunni frequentanti l'ultimo anno delle scuole medie devono essere effettuate esclusivamente on line, generalmente nel periodo compreso tra il 7 e il 31 gennaio.

Tale modalità vale:
  • sia per i percorsi delle scuole superiori statali;
  • sia per i percorsi delle Istituzioni formative accreditate (CFP);
  • sia per i percorsi delle scuole superiori paritarie che aderiscono al sistema di iscrizioni on line; in provincia di Cremona le scuole paritarie adottano le seguenti procedure:
    • Vida di Cremona: on-line;
    • Dante Alighieri di Crema: on line;
    • Beata Vergine di Cremona: on line e cartacea;
    • Sacra Famiglia di Soncino: on line e cartacea;
    • Shakespeare di Crema: cartacea.
Per le famiglie prive di strumentazione informatica, le istituzioni scolastiche/formative, destinatarie delle domande di iscrizione, offrono un servizio di supporto.

Che cosa devono fare i genitori

I genitori possono individuare l'istituzione scolastica/formativa e il percorso di interesse anche attraverso il portale del Ministero dell'Istruzione Scuola in chiaro, dove, tra l'altro, per le scuole superiori è disponibile il rapporto di autovalutazione (RAV), documento che fornisce una rappresentazione della qualità del servizio scolastico attraverso un'autoanalisi di alcuni indicatori. Per visualizzare il documento occorre cliccare sulla denominazione dell'istituzione scolastica ricercata; quindi, nella sezione Sistema Nazionale di Valutazione, aprire la sezione Rapporto di autovalutazione.

Per poter effettuare l'iscrizione on line, i genitori, dopo aver individuato la scuola e il percorso di interesse, devono:
  • registrarsi sul sito "Iscrizioni on line" predisposto dal Ministero dell'Istruzione accessibile all'indirizzo www.iscrizioni.istruzione.it , seguendo le indicazioni date dal sistema
  • accedere alla sezione dedicata per compilare on line la domanda in tutte le sue parti (dati anagrafici dello studente, dati della scuola scelta, eventuali altre informazioni richieste)
  • inviare on line la domanda.
Il sistema "Iscrizioni on line" avvisa le famiglie, via posta elettronica, in tempo reale dell'avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della domanda.
La famiglia, inoltre, attraverso una funzione del sito potrà in ogni momento seguire l'iter della domanda inoltrata.

E' possibile presentare una sola domanda di iscrizione e per una sola istituzione scolastica/formativa.

Tuttavia, in considerazione della possibilità che si verifichi eccedenza di domande rispetto ai posti disponibili e che, conseguentemente, si renda necessario indirizzare le domande non accolte verso altre istituzioni scolastiche/formative, i genitori, in sede di presentazione delle domande d'iscrizione on line, possono indicare, in subordine, fino ad un massimo di altri due istituti di proprio gradimento. Qualora la domanda non possa essere accolta nella scuola di prima scelta, il sistema di iscrizioni on line comunicherà alla famiglia, via posta elettronica, di aver inoltrato la domanda di iscrizione verso l'istituto indicato in subordine.
L'accoglimento della domanda di iscrizione da parte di una delle istituzioni scolastiche indicate nel modulo on line rende inefficaci le altre opzioni.
In ogni caso, il sistema di iscrizioni on line comunicherà, via posta elettronica, l'accettazione definitiva della domanda da parte di una delle scuole indicate.

Iscrizione ai licei musicali e coreutici
L'iscrizione degli studenti ai licei musicali e coreutici è subordinata al superamento di una prova di verifica del possesso di specifiche competenze musicali e coreutiche.
Le istituzioni scolastiche organizzeranno la prova orientativo-attitudinale in tempi utili a consentire alle famiglie, nel caso di mancato superamento della prova medesima o di carenza di posti disponibili, di potersi rivolgere eventualmente ad altra scuola, entro il termine di scadenza delle iscrizioni e comunque non oltre i quindici giorni dopo tale scadenza.

Alunni con disabilità
Le iscrizioni di alunni con disabilità effettuate nella modalità on line devono essere perfezionate con la presentazione alla scuola prescelta, da parte dei genitori, della certificazione rilasciata dall'azienda sanitaria di competenza, comprensiva della diagnosi funzionale.

Trasferimento di iscrizioni

Qualora i genitori decidano, ad iscrizione avvenuta o nel corso dei primi mesi dell'anno scolastico, di optare per altro istituto e/o indirizzo di studi, la relativa motivata richiesta deve essere presentata sia al dirigente scolastico della scuola di iscrizione, sia a quello della nuova scuola di destinazione, al fine di ricevere il necessario nulla osta.

Tasse scolastiche e contributi scolastici nelle scuole superiori statali

La legge prevede che la scuola pubblica sia gratuita fino all'età per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione. Ciò significa che gli studenti che si iscrivono al primo, secondo e terzo anno dei corsi di studio degli istituti di istruzione secondaria superiore entro l'assolvimento dell'obbligo scolastico (compresi i percorsi di IeFP offerti dagli istituti professionali), sono esonerati dal pagamento delle tasse scolastiche.
Le tasse scolastiche diventano, invece, obbligatorie nell'ultimo biennio delle scuole secondarie superiori (dopo il compimento del sedicesimo anno di età e il conseguente assolvimento dell'obbligo scolastico) e devono essere versate all'Agenzia delle Entrate utilizzando i bollettini disponibili presso gli uffici postali.

Esistono quattro tipi di tasse scolastiche:

Tassa di iscrizione: deve essere versata all'atto dell'iscrizione ad un corso di studi secondari, dopo il compimento dei 16 anni da parte dello studente, e vale per l'intera durata del ciclo, non è rateizzabile ed è devoluta integralmente all'Erario. L'importo è di € 6,04.

Tassa di frequenza: deve essere corrisposta ogni anno, dopo il compimento dei 16 anni da parte dello studente, e può essere rateizzata, con pagamento della prima rata ad inizio d'anno e delle altre nei mesi di dicembre, febbraio ed aprile. La tassa deve essere pagata per intero sia nel caso che l'alunno si ritiri dalla scuola sia nel caso che sia costretto ad interrompere la frequenza per motivi vari. In caso di trasferimento di uno studente da istituto statale ad altro statale, il pagamento è riconosciuto valido dalla nuova scuola. L'importo è di € 15,13.

Tassa di esame: deve essere corrisposta al momento della presentazione della domanda per gli esami di idoneità (per accedere ad una classe successiva a quella per cui si possiede il titolo di ammissione), integrativi (per consentire ad uno studente già iscritto ad una scuola secondaria di secondo grado il passaggio a scuole di diverso ordine, tipo o indirizzo) e di Stato (ex maturità). L'importo è di 12,09 euro. Il pagamento non è rateizzabile.

Tassa di diploma: la tassa deve essere corrisposta in unica soluzione, al momento della consegna del titolo di studio. L'importo è di € 15,13.

In alcuni casi è possibile l'esonero dal pagamento delle tasse scolastiche, in particolare per merito, per motivi economici e per appartenenza a speciali categorie di beneficiari.

Contributi scolastici
Occorre distinguere tra le tasse scolastiche e i contributi scolastici, di natura volontaria e destinati all'arricchimento dell'offerta culturale e formativa degli alunni.
Gli istituti scolastici non possono richiedere alle famiglie contributi obbligatori di qualsiasi genere o natura per l'espletamento delle attività curriculari e di quelle connesse all'assolvimento dell'obbligo scolastico (fotocopie, materiale didattico o altro), fatti salvi i rimborsi delle spese sostenute per conto delle famiglie medesime (quali ad es: assicurazione individuale degli studenti per RC e infortuni, libretto delle assenze, gite scolastiche, etc.).
Eventuali contributi possono dunque essere richiesti solo ed esclusivamente quali contribuzioni volontarie con cui le famiglie partecipano al miglioramento e all'ampliamento dell'offerta formativa degli alunni, per raggiungere livelli qualitativi più elevati.
E' pertanto illegittimo subordinare l'iscrizione degli alunni al preventivo versamento del contributo. I contributi scolastici devono essere deliberati dai Consigli di Istituto. 

(Per approfondimenti su tasse e contributi scolastici si veda il sito https://www.miur.gov.it/web/guest/tasse-scolastiche/contributo).

Spese di iscrizione e rette nelle scuole superiori paritarie

Le scuole paritarie, essendo private, richiedono alle famiglie il pagamento di una retta annuale che, naturalmente, varia a seconda di quanto definito dalla singola istituzione scolastica. E', quindi, necessario rivolgersi direttamente alla scuola prescelta per avere tutte le informazioni in merito.

Frequenza ai percorsi triennali e quadriennali nelle istituzioni formative accreditate

I percorsi di IeFP realizzati dai Centri di Formazione Professionale (CFP) sono sostenuti dalla Regione Lombardia attraverso la cosiddetta "Dote", che consiste in un contributo economico riconosciuto direttamente all'istituzione formativa, associato al nominativo di ciascun alunno (residente o domiciliato in Regione Lombardia e minore di 18 anni) iscritto ai percorsi, nel limite della disponibilità finanziaria annualmente definita.

Ciò significa che ogni istituzione formativa ha a disposizione un budget che rappresenta il limite massimo entro il quale può procedere alla richiesta delle doti.
Superato il finanziamento previsto, l'istituzione formativa può richiedere alle famiglie una quota di partecipazione al percorso per gli studenti che non risultino sostenuti dal sistema dote.

Le istituzioni formative, pertanto:
  • possono comporre classi miste tra alunni con e senza dote,
  • possono avviare percorsi composti interamente da alunni senza dote,
  • non possono chiedere contributi obbligatori agli iscritti sostenuti con il sistema dote.

Sostegni economici agli studenti in Regione Lombardia

Oltre al sostegno a favore dei ragazzi che frequentano un percorso di IeFP presso i Centri di formazione professionale, la Regione Lombardia prevede, attraverso lo strumento della "Dote Scuola" una serie di contributi economici per accompagnare il percorso educativo degli studenti dai 6 ai 21 anni che frequentano scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado e i percorsi triennali di formazione professionale.

La Dote Scuola si articola in diverse modalità di intervento la cui erogazione viene annualmente definita da specifiche direttive regionali.
In generale, gli interventi a sostegno delle famiglie degli studenti sono i seguenti:
  • "Buono Scuola", finalizzato a sostenere gli studenti residenti in Lombardia che frequentano scuole elementari, medie e superiori, paritarie e statali, che applicano una retta d'iscrizione e frequenza; il valore del buono è determinato in relazione alla fascia ISEE e all'ordine e grado di scuola frequentata;
  • "Contributo per l'acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica", finalizzato a sostenere gli studenti residenti in Lombardia che frequentano scuole secondarie di primo grado (classi I, II e III) e di secondo grado (classi I e II), paritarie e statali, o istituzioni formative accreditate (IeFP classi I e II); il valore del buono è determinato in relazione alla fascia ISEE e all'ordine e grado di scuola frequentata;
  • "Riconoscimento del merito", destinato agli studenti capaci e meritevoli residenti in Lombardia, delle classi III, IV e V del sistema di istruzione e delle classi III e IV del sistema di istruzione e formazione professionale (IeFP), che hanno conseguito risultati di eccellenza nei rispettivi percorsi scolastici e formativi. 
(Fonte Regione Lombardia; per ulteriori informazioni si consulti il sito di Regione Lombardia a questo link)